Che cos’è “Lo Spettatore”

“Lo Spettatore” è un coraggioso progetto giornalistico nato, a cavallo fra 2016 e 2017, come collettivo di idee ed interessi di un piccolo gruppo di studenti milanesi, il cui scopo è quello fornire interpretazioni, idee e spunti sui principali avvenimenti del mondo moderno, senza però dimenticarsi del passato e guardando al futuro.

Il nome è un chiaro omaggio a “The Spectator”, uno dei primi giornali moderni fondato da Joseph Addison nel lontano 1711. La struttura di “The Spectator” è esplicativa del modello al quale “Lo Spettatore” si vuole rifare: ogni edizione (allora cartacea, oggi digitale) discuteva di temi sociali e politici riguardanti un determinato ceto sociale, inseriti in un contesto di dialogo dove il giornalista ascoltava ed interveniva come uno spettatore, da cui “The Spectator”.

Cambia il nome e la forma ma non l’intento. “Lo Spettatore” si pone come tramite fra la notizia (come ci giunge dai mass media e dai giornali) e il lettore tentando di elaborare pensieri ed interpretazioni personali che possano permettere il formarsi di un’idea critica, elaborata e non superficiale della realtà quotidiana. Lo spettatore quindi, che si ritrova a leggere o a scrivere per questo progetto, non deve essere connotato da passività ed apatia tipica dell’ascoltatore nolente ma semmai dovrebbe essere dinamico ed interessato ad esprimere le proprie idee.

“Lo Spettatore” si sviluppa in un contesto sempre più complicato ed estenuante per il giornalismo, che lentamente si sta tramutando in un’attività aperta a tutti ed a cui manca sempre di più un’elaborazione critica ed intellettuale. “Lo Spettatore” si colloca quindi in un contesto molto intricato e difficile ma si distingue da altre realtà per la sua struttura, ovvero quella di una rete di persone profondamente interessate ad un recupero del giornalismo originale muovendosi contro i nuovi metodi di falsa viralità di mass media ed internet.

Buona lettura!

la Redazione